Home page -Comunicazioni Questo blog non rappresenta un testata giornalistica e non viene aggiornato periodicamente – raccoglie opere © di francesco zaffuto – ed è collegato in rete con i blog:

C Conoscenza (Non dizionario)


 Fermo in auto,  ad  una lunga coda, discetto sulla fine del mondo.  Ma possibile che quei buzzurri dei Maya sapessero tutto, anno e giorno?
Sono io che non so un c … !
Io che sto qui a guidare questa automobile e non so un accidenti su come funziona. Se si ferma debbo chiamare un buzzurro di meccanico che ne sa molto più di me.
 La macchina è come il mio corpo, anche di quello non so niente.  Quello sì,  che è poi complicato! Ci sto dentro dalla nascita, lo guido,  ma non capisco niente.  Ad esempio: gli accavallamenti muscolari,  perché si producono? Ho l’angoscia degli accavallamenti muscolari! Forse è una strana attenzione della mente che li produce.  Ti giri e ti si accavalla un muscolo della gamba e impazzisci di dolore; forse perché hai pensato per un attimo, in modo strano,  alla gamba.  E se ti capita con il cuore? Allora è possibile un infarto.  Lo chiederò al mio medico;   che mi dirà alcune cose che non capirò e mi raccomanderà di stare tranquillo.
Sono io che non capisco un c …! Si,  proprio un c …! Figuriamocelo quello! Si alza di notte senza alcun motivo, ti ha dato un sacco di preoccupazioni e ti ha fatto fare anche qualche figuraccia;  capriccioso e stupido. Dico bene,  quando dico che non conosco un c … !
 Eppure mi muovo come un presuntuoso. Addirittura  discetto e scrivo; ma non più con la penna e il calamaio, come mi aveva insegnato il mio maestro, scrivo ormai con il computer di cui ignoro totalmente il funzionamento. Curo un blog senza capire niente del funzionamento di internet ma ci navigo dentro e affido ad esso la possibilità di comunicare con sconosciuti che la pensano come me;  visto che difficilmente potrò comunicare con il mio vicino di casa alla prossima riunione di condominio.  Poi la mia presunta comunicazione viene bloccata da un virus, messo in giro da non so chi. Un nemico! ?  Ma neppure mi conosce. Chi è e cos’è?
Sono io che non conosco un c … ?
 Ma dai!  C’è la divisione del lavoro e della conoscenza, qualcosa almeno la conoscerai in un campo, nel tuo campo. Certo,  ho insegnato economia per  più di trenta anni;  ma di questa crisi economica, onestamente, posso dire che  capisco ben poco. Certo,  ci sono tanti economisti che blaterano, e almeno so che anche loro non capiscono un c … , eppure blaterano.
 Ma cosa so?  A mala pena qualcosa dei miei pensieri. Non come camminano nel mio cervello,  delle cui stanze nulla conosco, so solo di quei pensieri  che arrivano e su cui rifletto. I miei pensieri!  Debbo avere cura che restino pensieri  ben fluidi,  e che non si trasformino in  idee cristallizzate  appartenenti ad altri stupidi e presuntuosi come me.
 Ecco la fila si scioglie, posso riprendere la mia guida. Chissà se,  tornando a casa,  potrò appuntare questa riflessione sulla mia non conoscenza o se sarà fuggita via con i miei fluidi pensieri?  (f.z.)

Immagine – un cervello con le sue ipotetiche sezioni

9 commenti:

  1. Se sai di non conoscere, allora qualcosa la sai, diceva il sapiente greco. Sugli accavallamenti muscolari, io so, ad esempio, che mi vengono dopo essere stato tutta una mattinata a tagliare l'erba col tagliaerba indossando un paio di stivali di gomma su un terreno umido di acquazzina. E questo succede perché il giorno prima non l'avevo fatto. Lo so di sicuro. Neanch'io ci capisco moto di meccanica e di motoristica, e dire che ho lavorato tantti anni in Fita ad assemblare macchine. Ed anche questo lo so. Ciao.

    RispondiElimina
  2. Bello e interessante questo post.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. interessante e divertente
    buona serata
    ciao

    RispondiElimina
  4. Non si preoccupi esiste una razza diffusissima sulle nostre latitudini,ovvero quella dei tuttologi,e non ho mai capito se ci sono o se ci fanno....

    Saluti

    P.s.

    La peggior prigione per Olindo Sallusti è la forzata vita in comune con la "graziosa" compagna.

    RispondiElimina
  5. Ciao carissimo, chi si pone dei dubbi sa più di quanto pensi...
    Hai il mio OK e grazie, mi dispiace non essere molto presente, ma a breve arriva Natale e.....
    Un abbraccio, buona notte

    RispondiElimina
  6. Mi sono empatizzato a tal punto che ho dubbi sulla mia reale presenza davanti alla tastiera. Da quando son nato che penso di non capire un c...? E' grave? :-)

    RispondiElimina
  7. "Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
    Ma la conoscenza è tanto vasta che come dici tu, nessuno di noi conosce un c...
    La virtute poi scarseggia alquanto oggigiorno.

    RispondiElimina
  8. Non so ... come rispondere, ma i vostri commenti mi consolano

    RispondiElimina
  9. Lo scritto è saporito ma induce a pensare. Quel che mi ha colpito, però, è quel "... fuggita via con i miei fluidi pensieri" e questo perchè sento i miei diventare fluidi e, aggiungo, volatili, ogni giorno di più. Che spavento.

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.